Trova la tua sede
...

Passa nuovamente alla navigazione per reinizializzare Google Maps.

Produttività o creatività?

Il tema del conflitto tra produttività e creatività è sempre attuale. La produttività è misurabile, la creatività no. Per essere produttivi bisogna pianificare efficacemente la propria giornata lavorativa. Al contrario, essere creativi esclude qualunque modalità di lavoro convenzionale. Come si pongono datore di lavoro e dipendente davanti a questa situazione?

 

QUANTITÀ NELLA CONOSCENZA, QUALITÀ NEL LAVORO

 

La creatività è fondamentalmente una questione di conoscenze. Come puoi applicare le tue conoscenze in modo innovativo? Per pensare davvero in modo creativo, bisogna che le conoscenze vengano acquisite in modo creativo. Nel processo creativo non c’è posto per le conoscenze irrilevanti. Per essere creativi nei momenti essenziali, bisogna avere un’ampia base di conoscenze.

 

UN VERO PARADOSSO

Per poter esistere, ogni azienda deve saper essere innovativa. Per essere innovativi sono necessarie conoscenza e creatività. E le attività che servono a questo scopo, così come il tempo e lo spazio, non sono sempre misurabili. Allora perché le aziende valutano ancora i propri dipendenti sulla base delle loro qualità misurabili, ad esempio la produttività?

 

TRASPIRAZIONE O ISPIRAZIONE?

Ma chi prendiamo in giro? Non è vero che la maggior parte di noi pensa che lavorare effettivamente per 10 ore scrivendo e-mail o stando al telefono sia molto più produttivo che fare una breve pausa, concentrarsi o prendersi un pomeriggio libero?

I parametri che usiamo per definire una giornata lavorativa di successo assomigliano ancora troppo a un elenco di attività da cancellare sistematicamente dalla lista di cose da fare.

Eppure, poter programmare liberamente il proprio tempo durante la giornata lavorativa potrebbe portare a risultati molto più utili. Ogni tanto prova a sperimentare. Inizia con le attività più importanti e portale subito a termine. Quindi usa il tempo rimanente per ampliare i tuoi orizzonti. La necessità di essere innovativi presuppone un rapporto tra datore di lavoro e dipendenti basato sulla fiducia.

Quindi, quand’è che senti di aver dimostrato alla tua azienda che vali, quando sei produttivo o quando sei creativo?

Share this