Sede
...

Passa nuovamente alla navigazione per reinizializzare Google Maps.

Far fronte al pendolarismo.

Spaces bike for coping with the commute

Pendolari. Prima o poi lo siamo stati tutti. Sia che tu viaggi in auto, con i mezzi pubblici, in bici o a piedi, ogni metodo di viaggio presenta i propri vantaggi e svantaggi.  Chiedi a chiunque viaggi due ore al giorno da anni per andare a lavoro: ti dirà che fare il pendolare è diventata un’abitudine e che ha imparato ad accettarlo nella propria routine quotidiana. Il che dimostra che imparare a convivere con il pendolarismo è possibile. Ecco alcuni punti chiave da ricordare se hai difficoltà ad accettare i tuoi spostamenti.

Auto veloci, traffico lento

Il pendolarismo in auto è probabilmente la forma più solitaria di pendolarismo che si è costretti ad affrontare da soli, il che tuttavia non deve assumere una connotazione negativa.  Se sei un viaggiatore solitario, fai della solitudine il tuo punto di forza. Trasformala in un momento di riflessione che ti consente di ricaricare la batteria interna,  oppure alza il volume dell’autoradio e canta a squarciagola. Una piccola sessione di canto privata può essere un modo assolutamente positivo di allentare la tensione, piuttosto che esplodere in accessi di rabbia o farsi prendere dall’ansia durante il tragitto. Se non te la senti di guidare da solo, puoi combattere la solitudine con il carpooling, ad esempio.

Oltre all’aspetto solitario, l’auto è probabilmente uno dei mezzi di trasporto più inquinanti. Tuttavia, guidare un veicolo elettrico limita i danni per l’ambiente. Lo stesso vale se usi il treno o il carpooling. Tuttavia, gli altri aspetti negativi sono piuttosto generalizzati, per qualsiasi tipo di conducente. Il principale è senza dubbio il traffico. L’enorme ritardo causato dal traffico può verificarsi ogni giorno, in qualsiasi metropoli o quartiere commerciale, rovinandoti la giornata. Non puoi fare niente per evitarlo, a meno che tu non conosca una scorciatoia (ma se così fosse, probabilmente ti troveresti già a percorrerla). E invece no, è impossibile guidare evitando il traffico. Oltre ai momenti e alle situazioni spiacevoli durante la guida, non è sempre il viaggio a renderti di pessimo umore. Talvolta, la destinazione può rivelarsi altrettanto sgradevole. Quando hai difficoltà a trovare un parcheggio e la tua opportunità più vicina è un garage a pagamento a circa 20 minuti di distanza, è facile non arrivare in tempo alle riunioni più importanti. Affrontare gli svantaggi non è sempre facile, ma almeno l’auto ti dà un senso di indipendenza, che certamente la rende preferibile ai treni in perenne ritardo. Ed è proprio su questo piacevole senso di indipendenza che dovrai concentrarti quando sarai di nuovo bloccato nel traffico. Oltre a contare fino a dieci.

Autobus affollati, treni sporchi

Prendere il treno, la metropolitana o l’autobus a volte può essere molto bello, a patto che tutto funzioni secondo i piani, si riesca trovare un posto a sedere e la pulizia consenta di mettersi comodi. Quando si usano i trasporti pubblici per il tragitto giornaliero, è importante ricordare sempre gli aspetti positivi. Soprattutto quando sei stanco dopo una dura giornata di lavoro, può essere liberatorio sedersi e rilassarsi. Tutto quello che devi fare è metterti comodo per sfuggire allo stress della giornata, oppure se hai bisogno di un po’ di tempo per aggiornare le e-mail, i canali social o semplicemente per leggere le notizie ascoltando della buona musica. Da questo punto di vista, i trasporti pubblici sono l’ideale, rappresentano il momento e il luogo in cui staccare la spina per un po’.

Ovviamente, in questo  caso è necessario essere in grado di staccare la spina, il che non è sempre possibile. Persone che strepitano, aria condizionata o riscaldamento a temperature tutt’altro che ideali, odori inimmaginabili… tutto può contribuire a rendere l’esperienza negativa, per non dire addirittura da incubo. A nessuno piace aspettare treni in costante ritardo nel freddo dell’inverno o stare stipati in uno scompartimento strapieno, come in una scatola di sardine. Sono i momenti come questi che possono davvero spingerti al limite. Tuttavia, è meglio imparare ad accettare che ciò possa accadere. Di solito, non sei l’unico a soffrirne; anche i tuoi colleghi pendolari provano esattamente le stesse sensazioni. Una piacevole conversazione può rendere una situazione infelice un po’ più sopportabile.

Cammina

Se abiti vicino al luogo di lavoro, hai vinto alla lotteria. Non c’è niente di meglio che prendere la bici o fare una passeggiata. Non solo fa bene alla salute, ma è anche la soluzione ideale per il clima. Sfortunatamente, non è tutto rose e fiori. Questa è l’opzione che più dipende dal clima, per un’ovvia ragione. A nessuno piace infatti andare in giro in bicicletta sotto la pioggia con un laptop sulla schiena o camminare per troppo tempo nel bel mezzo di una tempesta di neve o di un’ondata di caldo. Tuttavia, se hai la possibilità di camminare o andare in bicicletta al lavoro, fallo. È un lusso che non tutti possono permettersi.

Anche se non possiamo eliminare completamente i tuoi tragitti giornalieri, possiamo renderli il più brevi possibile. Ecco perché ci impegniamo costantemente per aprire nuovi centri Spaces in tutto il mondo. Vuoi trovare la sede più vicina? Consulta la nostra pagina delle sedi qui. 

Share this article
Apertura di nuovi centri Spaces a febbraio 2019, da Miami Beach alla vivace Mumbai Read now Apertura di nuovi centri Spaces a febbraio 2019, da Miami Beach alla vivace Mumbai